ECCELLENZA / Tre punti e un brivido: la vetta è salva

26 Febbraio 2019
Author :  

La squadra di Viassi supera il duro ostacolo Alfieri Asti e resta a +1 sul Canelli, che ha sconfitto il Chisola. Ma il tecnico avverte: «Non possiamo fare certi errore e riaprire le partite a favore dell’avversario»

Anche questa è andata. Una tappa in meno verso il traguardo promozione. Ma quanto, troppo batticuore. Fabrizio Viassi lo sapeva bene, quella con l’Alfieri Asti era una prova di maturità di quelle belle toste: avversario forte fisicamente, aggressivo, pieno di esperienza e di uomini di qualità, Lewandowski su tutti.
Era necessario riscattare la non brillante (seppur vincente) prestazione contro la Cheraschese e, almeno per i primi 45 minuti, gli azzurri ci sono riusciti alla grande: «Nella prima frazione siamo stati dominanti, sul piano del gioco, dell’intensità, della forma fisica. Non c’è stata partita», spiega il tecnico. Due a zero, firmato da Tounkara e dal “solito” Alfiero, e una gara che sembra quasi in archivio.

Sembra. Perché Lanfranco prova a riaprirla, ma poi capitan Romani mette anche il suo sigillo e, di nuovo, porta a due le reti di vantaggio, a meno di un quarto d’ora dalla fine: «E poi succede qualcosa di incredibile. Abbiamo subito la rete del 3-2 in modo pazzesco, i ragazzi erano venuti a festeggiare la rete in panchina e quando l’arbitro ha disposto la ripresa del gioco molti di loro non erano ancora in posizione. Così l’Alfieri ha battuto e con tre passaggi è riuscita ad arrivare in porta e, di fatto, a riaprire la partita».

Una leggerezza che poteva costare cara, perché negli ultimi minuti gli ospiti hanno provato di tutto per trovare il gol del pari: «Abbiamo tenuto alta l’attenzione fino alla fine, perché contro una squadra esperta e maliziosa come l’Alfieri, gli ultimi minuti sono stati davvero complicati. Ma noi non avremmo dovuto essere in quella situazione, sul 3-1 avremmo dovuto controllare e provare a coprire in contropiede. Invece abbiamo rischiato di perdere due punti che, in una lotta serrata come quella che stiamo combattendo, possono fare la differenza».

Il primo posto, per il momento, è salvo. Ma domenica è già tempo di un’altra battaglia: «Non c’è più una partita meno o più difficile dell’altra, ogni volta sarà importante confermarsi: se vogliamo stare là davanti abbiamo solo un risultato disponibile. Domenica a Castellazzo sarà durissima, incontriamo una squadra esperta che ha cominciato male, ma che venderà cara la pelle».

E gli azzurri dovranno fare altrettanto: perché quando si vuole vincere un campionato va bene anche il batticuore, ma i regali agli avversari quelli no. Quelli possono davvero decidere l’esito di una stagione.


Nella foto: l’esultanza di capitan Romani dopo la rete del 3-1 (foto Galvagno)



FOSSANO - ALFIERI ASTI 3-2
MARCATORI: pt 4’ Tounkara, 39’ Alfiero rig.; st 16’ Lanfranco, 33’ Romani, 34’ Bandirola
FOSSANO: Merlano, Campana, Tounkara, Cristini, Alfiero, Romani (44’ st F. Galvagno), Scotto, G. Galvagno, S. Giraudo (39’ st Di Salvatore), Coviello, Brondino. A disp. Busano, G. Giraudo, Chionetti, Konate, Guienne, Amoruso, Gasco. All. Viassi
ALFIERI ASTI: Brustolin, Ciletta, Orlando, Lanfranco (36’ st Claps), Todaro, Feraru, Di Benedetto (4’ st Thiao), Mondo (19’ st Plado), Bandirola, Lewandowski, Fioriello (37’ st Capone). A disp. Contardo, Colonna, Mastroianni, Masoello. All. Montanarelli.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Scuola Calcio Juve

Stemma Fossano Calcio

Balocco Sponsor Fossano Calcio
Banca CRF Sponsor Fossano Calcio

FOSSANO CALCIO SSD A.R.L.

Matricola f.i.g.c. 75437

Sede sociale
Corso Trento, 45  -  12045 Fossano (CN)
Codice fiscale e Partita Iva   01996500045
Telefono 0172 243503
Fax 0172 243503

Seguici Fossano Calcio su Google Plus


Seguici Fossano Calcio su Instagram

 

Cookie Policy - Privacy Policy

Seguici su Twitter

Technical Sponsor