Stampa questa pagina

ECCELLENZA / Non dire gatto… se non ce l’hai nel sacco

25 Marzo 2019
Author :  

Il tecnico Fabrizio Viassi esulta per la vittoria contro il Chisola, ma vuole prudenza: «In questo campionato se ti addormenti anche solo un attimo, il risveglio può essere drammatico»

 

Non lo fa per scaramanzia, non è nel suo stile. Anche perché lui, l’obiettivo di vincere questo campionato, non l’ha mai nascosto. Ma la sua lunga esperienza sui campi lo porta a essere prudente, molto prudente. Anche se dopo la giornata di ieri il vantaggio in testa alla classifica è aumentato di tre punti, vista la sconfitta del Canelli.
«Ma attenzione, adesso a inseguire sono due. Chi avrebbe detto, a inizio gennaio, che l’Alfieri Asti sarebbe stato lì, in piena corsa anche per la vetta? Nessuno, probabilmente».

Lui, in realtà, non ha mai nascosto di temere, tra le altre, anche gli uomini di Montanarelli. Come non ha mai nascosto che, se con i suoi ragazzi è riuscito in un filotto incredibile, la stessa cosa non potrebbe capitare ad altri.

«Se dovessimo abbassare la guardia nelle prossime settimane potrebbero essere dolori, ricordo che solo otto giornate fa avevamo 6 punti di svantaggio e oggi siamo a +8. Quindi recuperare otto punti in cinque giornate non è impresa impossibile, per nessuno».
La gara contro il Chisola è stata complicata da sbloccare, «perché ci siamo trovati di fronte a una squadra molto chiusa che limitava la nostra possibilità di giocare, poi una volta trovata la prima rete con Di Salvatore, è stato più semplice chiudere il match», aggiunge il tecnico.

Che guarda già al prossimo passo, «dobbiamo sudare le famose sette camicie per poter festeggiare qualcosa, continuando a essere quel gruppo maturo e concentrato che vedo da qualche mese: perché addormentarsi adesso sarebbe un errore imperdonabile. Il risveglio, anche dopo un breve sonno, potrebbe essere drammatico».

E allora testa alla prossima sfida, in casa della Benarzole, squadra in piena lotta per i playoff: «Sono certo che il presidente e il tecnico ci tengano a fare bella figura contro di noi, non sarà semplice anche perché, loro come tutte le squadre che affronteremo da qui alla fine, lotteranno per un obiettivo ben preciso. Non ricordo una classifica cosi corta, in appena cinque punti ti puoi ritrovare ai playoff cosi come invischiato nella delicata lotta playout».
Guai ad abbassare la guardia. Per dormire ci sarà tempo a maggio, con la testa in vacanza. Solo quando l’obiettivo sarà raggiunto.


Nella foto (di Giancarlo Galvagno), l’esultanza di Di Salvatore che ha aperto le marcature



FOSSANO – CHISOLA 3-0
FOSSANO: pt 32’ Di Salvatore; st 7’, 41’ Alfiero
FOSSANO: Merlano, Campana, G. Giraudo (46’ st Brungaj), Cristini (28’ st Gasco), Alfiero, Romani, Di Salvatore (15’ st Guienne), Scotto, S. Giraudo (30’ st Amoruso), Coviello, Brondino (47’ st Konate). A disp. Busano, Chionetti, Moino. All. Viassi
CHISOLA: Finamore, Sperandio, Esposito, Mazza (18’ st Quattrocchi), Russo, Degrassi, Dagasso (16’ st Neri), Chirulli, Micelotta (20’ st Chiappino), Bellino, De Mitri (31’ st Peyronel). A disp. Benfadel, Santos de Caravalho, Menon, Blini, Deasti. All. Alessi

Redazione

Ultimi da Redazione

Devi effettuare il login per inviare commenti