Partite

Capolavoro Alfiero, passi da gigante e una boccata d'ossigeno

Al De Paoli decisivo il bomber, alla secondo gol consecutivo dopo il rientro dall'infortunio


Passi da gigante in avanti e una boccata di puro ossigeno, i tre punti conquistati nel recupero con il Chieri valgono e anche tanto: al De Paoli, questa stagione, ci avevano vinto davvero in pochi e anche per questa ragione il successo ottenuto ieri dalla banda di Fabrizio Viassi è ancora più prestigioso. Una vittoria non facile, contro una formazione che veniva sì da un lungo stop per Covid ma che ha dimostrato sul campo di stare bene. Il Fossano è stato bravo a contenere le sfuriate collinari - da applausi la prestazione difensiva di Bellocchio e Scotto - per poi rendersi letale nei minuti finali con il ritrovato bomber Alfiero. Prestazioni superlative dei singoli - da menzionare in questo senso anche Specchia, Lazzaretti e Coulibaly - ma soprattutto prestazione superlativa di un gruppo che si muove sempre più all'unisono credendo fortemente a una rimonta che sta assumendo sembianze epiche.


Difesa a tre, folto centrocampo con il duo offensivo Alfiero-De Souza a creare imprevedibilità, i piani di Viassi vengono però presto scombinati dall'infortunio del numero 10: dentro Specchia sull'esterno, con Coulibaly spostato in attacco. La partita la fa il Chieri, che insiste sull'asse Spera-Ferrandino senza però creare occasioni clamorose: la prima parata vera di Merlano arriva infatti poco prima della mezz'ora, su una punizione proprio del numero 10 collinare. Sei minuti dopo, pericoloso anche il Fossano: azione insistita sull'asse Lazzaretti-Fogliarino, il classe 2002 mette in mezzo per Manuali, che da distanza ravvicinata non riesce a sorprendere Marenco. Primo tempo in archivio senza ulteriori grosse emozioni, nella ripresa pronti via bel corner di Manuali e colpo di testa di Bellocchio, Marenco c'è. Il Chieri mette i brividi con la fucilata del neoentrato Ravasi, poi torna a rendersi insidioso il Fossano. Al 14' Marenco devia la conclusione da fuori di Specchia, al 19' gol annullato ad Alfiero che, in posizione di fuorigioco, va a correggere sottoporta il tentativo di Coulibaly. Poco male, perché a 3' dalla fine il bomber il gol lo trova ancora, anzi lo crea con una giocata di pregevole fattura: servito dalla sinistra da Coulibaly, Alfiero scarta i difensori collinari e infine deposita in rete.


Dopo cinque lunghissimi minuti di recupero, urlo liberatorio. Un'altra finale è andata come doveva andare, niente di meglio per prepararsi alla domenica di fuoco in casa del Vado.


Chieri-Fossano 0-1

Rete: 42′ st Alfiero.

Chieri (3-5-2): Marenco, Pezziardi, Pautassi, Gerbino (46′ st Rossi), Dalmasso, Ozara (30′ st Mosole), Spera, Castelletto, Valenti (39′ st Barcellona), Ferrandino (35′ st Sangiorgi), Bianco (9′ st Ravasi). A disp. Finamore, De Santis, Conrotto, Cavarero. All. Didu.

Fossano (3-5-2): Merlano, Bellocchio, Scotto, Alfiero, De Souza (8′ Specchia), Giraudo (23′ st Brondi), Fogliarino, Manuali (27′ st Galvagno), Coulibaly, Lazzaretti, Adorni. A disp. Chiavassa, Marin, Aloia, Medda, Di Salvatore, Reymond. All. Viassi.

Arbitro: Campazzo di Genova (Salemme di Savona-Pampaloni di La Spezia.

Espulso: 44′ st Dalmasso (C).