Partite

Il Legnano fa Bingo, il Fossano va ko dopo sei risultati utili

Pagato caro l'inizio di ripresa, Alfiero e Aloia - al primo gol in D - sfiorano soltanto l'impresa


Ha sorriso al Legnano la pazza partita andata in scena al Pochissimo e valevole per la 15^ giornata di ritorno, il 4-5 finale ha condannato la banda di Viassi al ko dopo sei risultati utili consecutivi lasciando però invariata la situazione in classifica. A costare carissimo ai blues, un inizio di ripresa da incubo: nel giro di otto minuti il Legnano ha affondato il colpo, andando a segno per ben tre volte e mettendo di fatto in tasca i tre punti. Il Fossano ha saputo poi rimettersi in piedi provando quantomeno a riaprirla, senza tuttavia riuscire a ribaltare tutte le tre reti di svantaggio. Non è tutto da buttare, certo: la reazione contro una squadra forte come il Legnano, gli ennesimi gol di Alfiero (sono 12 in campionato) così come la prima realizzazione in partite ufficiali di Davide Aloia, questa stagione costretto ai box da lunghi infortuni. 


Fossano-Legnano è stata partita vivacissima fin da subito, con occasioni e continui capovolgimenti di fronte. Subito la bella conclusione di Braidich sulla traversa, poi la parata di Merlano su Gasparri. Poi la risposta del Fossano, bella azione sull'asse Coviello-Alfiero, Fogliarino prova a incrociare ma trova la risposta di Russo. Preludio al vantaggio, che nasce al termine di un'azione da applausi: Specchia serve Coviello sulla corsa, bel pallone in mezzo dove Fogliarino è bravissimo ad appoggiare ancora per Specchia che con di mancino disegna una traiettoria imprendibile, dritta dritta nel sette. Due minuti dopo il Fossano si vede annullare il raddoppio di Alfiero per un fallo di mano, poi è di nuovo Legnano: super Merlano dice no a Braidich, ma nulla può su Bingo, che capitalizza un pallone lavorato dal duo Diana-Gasparri e mal gestito dai blues. Poi ancora qualche guizzo con Coulibaly da una parte e Ronzoni dall'altra, fino al terribile inizio secondo tempo. Nemmeno un minuto e Gasparri, partendo dalla sinistra, si infila in mezzo alle maglie blues e trafigge Merlano; poi trova la gioia del gol anche Braidich, traversa gol su azione personale dell'imprendibile Bingo, che chiude i giochi al 9'. Alfiero sembra riaprirla al 13': su corner, il tocco di Scotto favorisce proprio il tap in del bomber. Il Legnano ristabilisce però subito le distanze con Di Lernia, che da appena dentro l'area non lascia scampo a Merlano. Il finale è blues, il rigore guadagnato da Jack Galvagno e trasformato da Alfiero riaccende le speranze, ma non basta. In pieno recupero il 4-5 di Aloia, bravissimo a piazzarla sul secondo palo: ripartire da qui. Ora un turno di pausa, per ricaricare le pile e trovare nuove energie in vista della delicata trasferta di Sanremo (6 giugno): persa una battaglia ma non la guerra, rialzarsi subito.


Fossano-Legnano 4-5

Reti (1-0, 1-4, 2-4, 2-5, 4-5): 14′ Specchia (F), 24′ Bingo (L), 1′ st Gasparri (L), 6′ st Braidich (L), 9′ st Bingo (L), 13′ st Alfiero (F), 14′ st Di Lernia (L), 30′ st rig. Alfiero (F), 51′ st Aloia (F).

Fossano (3-5-2): Merlano, Specchia (23′ st De Souza), Scotto, Alfiero, Giraudo (7′ st Marin), Brondi (7′ st Galvagno), Coviello, Fogliarino, Coulibaly (41′ st Aloia), Lazzaretti, Adorni (32′ st Manuali). A disp. Bosia, Medda, Di Salvatore, Reymond. All. Viassi.

Legnano (4-2-3-1): Russo, Barbui, Diana (25′ st De Stefano), Di Lernia, Nava, Luoni, Tunesi, Bingo (46′ st Ortolani della Nave), Braidich (35′ st Cocuzza), Ronzoni (1′ st Pellini), Gasparri (43′ st Fondi). A disp. Colnaghi, Brusa, Febbrasio, Todaj. All. Sgrò.

Arbitro: Mazzer di Conegliano (Lobene di San Benedetto del Tronto-Alfieri di Prato).